La polizza scoppio ed incendio casa: ecco cosa copre e come attivarla

La casa rappresenta il simbolo di stabilità e protezione per eccellenza, luogo della famiglia dove genitori, coniugi e figli possono vivere in assoluta sicurezza. Proteggere i propri cari con un’assicurazione sulla casa non è perciò un’idea fuori dal comune, soprattutto nel momento in cui si decide di acquistare un’abitazione e di accendere un mutuo per pagarla.

In quest’ultimo caso non esiste però molta scelta per l’acquirente, poiché insieme con il mutuo gli verrà proposta dalla banca di fiducia la sottoscrizione di una polizza incendio e scoppio casa, che, si sottolinea, è obbligatoria. Vediamo di che si tratta nei dettagli.

Cos’è e cosa copre una polizza incendio

Una polizza incendio casa è l’unica polizza che chi accende un mutuo per l’acquisto di un’abitazione è obbligato a sottoscrivere, pena il rifiuto da parte dell’istituto bancario di erogare il finanziamento. Consiste nella copertura dei danni causati all’immobile e nelle spese di riparazione o risarcimento in caso di una sua perdita a causa di incendi, esplosioni o scoppi di gas. In pratica, se malauguratamente dovesse verificarsi un incendio in casa l’assicurazione copre tutti i costi per il rifacimento della casa stessa, quindi ristrutturazione, rifacimento degli impianti, rimborso della perdita di oggetti preziosi o di pezzi importanti dell’arredamento, riparazione degli impianti idraulici. Rimborsabili sono anche i danni provocati da esplosioni dovute a fulmini o a scariche di corrente. Ma attenzione: le compagnie assicurative non coprono danni causati da comportamenti irresponsabili da parte del proprietario o dei suoi ospiti in casa. Questo significa che se l’incendio divampa a causa di una sigaretta lasciata accesa, i danni non saranno rimborsati. Lo stesso si potrà dire in caso di difetti agli elettrodomestici che hanno provocato scoppi di impianti o danni da fumo e vapori. Nella lista dei danni non coperti bisogna poi annoverare le dimenticanze o negligenze nella manutenzione della caldaia e degli impianti domestici.

Come attivarla e quando pagare

La polizza incendio e scoppio o polizza mutuo casa viene attivata automaticamente alla sottoscrizione del mutuo ed il suo pagamento avverrà contestualmente al pagamento della rata del finanziamento erogato dalla banca.

Il cliente può però scegliere di versare tutto l’importo in un’unica soluzione definitiva: è una scelta sicuramente più comoda dal punto di vista degli impegni di pagamento, ma più impegnativa dal punto di vista della somma, che non essendo dilazionata richiederà una particolare disposizione economica. In alternativa il premio potrà essere corrisposto annualmente, dopo essere stato calcolato in base al TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale).

Può comunque capitare che l’acquirente non sia soddisfatto del piano assicurativo proposto dal proprio istituto bancario (perché magari la rata è stata calcolata tenendo conto del valore commerciale della struttura piuttosto che del valore di costruzione).

Preventivi polizze scoppio e incendio

POLIZZA
VOTO
PREVENTIVI GRATIS
Logo genertel casa
Acquisto in piccole rate - Bonus Rinnovo - Risarcimento Completo

Cosa si fa in questi casi? É molto semplice: la banca non può rifiutarsi di permettere al cliente la scelta di un’assicurazione casa danni per incendio e scoppio alternativa, purché appartenga alla medesima tipologia. A questo punto si può anche decidere, quindi, di optare per una polizza online, dopo aver analizzato attentamente diversi preventivi e deciso per quella più adatta alle proprie esigenze.

Suggerimenti e consigli

Quando si sta per accendere un mutuo e con esso una polizza incendio casa, è bene controllare alcune cose. Innanzitutto bisogna sapere che se il premio è stato calcolato sul valore commerciale dell’immobile risulterà molto più alto che se il calcolo è avvenuto in base al valore di costruzione.

Oggi, poi, molte banche per risultare competitive offrono praticamente a costo zero l’assicurazione incendio mutuo, ma occorre comunque stare attenti affinché il costo della polizza venga indicato all’interno dell’ISC (Indice Sintetico di Costo), che serve a mostrare al cliente l’andamento totale del finanziamento o del costo indicativo della polizza su base annua.

E se il mutuo viene estinto con anticipo rispetto agli accordi prefissati con la banca? In una situazione del genere l’istituto bancario deve impegnarsi alla restituzione del premio assicurativo non goduto, e magari riposizionare quella stessa somma su un’altra assicurazione casa relativa ad un altro mutuo (attraverso una rinegoziazione) in caso si desideri restare clienti della stessa banca.

Se, infine, si presenta l’eventualità di una surroga, di un cambiamento cioè della banca da parte del cliente per il pagamento del mutuo, allora si può procedere a trasferire al nuovo istituto bancario anche la polizza assicurativa, con la sola variazione del beneficiario.